Reiki

Oggi il Reiki è un metodo terapeutico molto diffuso. Viene utilizzato per trasferire energia da una persona ad un’altra attraverso l’imposizione delle mani ed è uno strumento per tutti.

Secondo il pensiero orientale ognuno di noi possiede la naturale capacità di auto guarigione ma ben pochi sono in grado di servirsene in caso di bisogno. All’interno dell’essere umano scorre un’energia chiamata “Ki”, che assicura un collegamento con l’universo e con ogni cosa che ci circonda ed infonde salute con ogni parte dell’organismo.

Lo scopo del Reiki è quello di ricreare l’equilibrio energetico e l’armonia tra corpo e mente, in modo che la salute e la vitalità si manifestino liberamente.

Il Reiki non ha nessuna controindicazione, esso oggi vanta innumerevoli sostenitori tra gli stessi medici ed è una pratica che comincia ad essere utilizzata come sostegno alle cure tradizionali in alcuni ospedali, non è però una terapia che vuole sostituirsi alla medicina tradizionale, ma vuole essere solo un aiuto complementare.

Reiki è una parola giapponese formata da due sillabe:

  • Rei: che richiama l’aspetto universale dell’energia;
  • ki: indica la nostra forza vitale.

Quando le riserve d’energia sono limitate ed esageratamente sfruttate ci si ammala, si soffre di nervosismo, depressione e si lamentano malesseri vari.

Quando ci si sottopone ad un trattamento Reiki, si riequilibra la propria energia.

Il Reiki è un metodo sicuro che non ha nessuna controindicazione.